Scandalo carne brasiliana: nessun rischio per la Bresaola della Valtellina Igp, anche se Rigamonti è di proprietà di una delle aziende coinvolte

Scandalo carne brasiliana: nessun rischio per la Bresaola della Valtellina Igp, anche se Rigamonti è di proprietà di una delle aziende coinvolte

Lo scandalo della “carne fraca” brasiliana continua a destare preoccupazioni nei consumatori europei e italiani che, allarmati dalle notizie provenienti dal Sud America, temono di trovare nel piatto   tagli di carne adulterata, mascherata da additivi. L’Italia è infatti un grande importatore di carni bovine dal Brasile, secondo l’Istat si tratta di 27 mila tonnellate nel …

Lo scandalo della “carne fraca” brasiliana continua a destare preoccupazioni nei consumatori europei e italiani che, allarmati dalle notizie provenienti dal Sud America, temono di trovare nel piatto   tagli di carne adulterata, mascherata da additivi. L’Italia è infatti un grande importatore di carni bovine dal Brasile, secondo l’Istat si tratta di 27 mila tonnellate nel …
Author: Giulia Crepaldi
Vai all’articolo originale

Powered by WPeMatico

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi